Vaccinazione obbligatoria per medici e operatori sanitari

Il Decreto introduce anche la tutela legale per medici e infermieri che provvedono alla somministrazione del vaccino contro il coronavirus.
di redazione 2
6 mesi fa
1 Aprile 2021

Vaccinazione obbligatoria per medici e operatori sanitari.

La recente scoperta di focolai di coronavirus negli ospedali, dove il personale si è rifiutato di vaccinarsi, ha suscitato molto indignazione.

Per tali ragioni, il Governo Draghi, ha sancito che che tutti gli operatori sanitari devono essere vaccinati contro il coronavirus; una misura approvata per proteggere i pazienti più vulnerabili e combattere la riluttanza di parte della popolazione a farsi vaccinare.

Il personale sanitario che aveva rifiutato di essere vaccinato, aveva scatenato le proteste, dove l’epidemia di coronavirus ha causato la morte di oltre 109.000 persone.

I critici hanno sollevato dubbi sulla legalità di tale misura introdotta dal Governo; che obbliga a vaccinare solo alcune categorie di dipendenti delle strutture sanitarie: medici, infermieri, operatori socio-sanitari e inservienti. Anche i farmacisti devono essere vaccinati.

Chi rifiuta di farsi vaccinare può essere sospeso dal lavoro senza paga fino alla fine dell’anno.

Il decreto approvato ieri dal governo del Presidente del Consiglio Mario Draghi afferma che tutti gli operatori sanitari, compresi quelli delle farmacie, dovrebbero essere immunizzati con il vaccino anti-Covid.

Vaccinazione obbligatoria per medici e operatori sanitari e chi rifiuta di farsi vaccinare rischia di essere licenziato e lasciato senza paga per il resto dell’anno.

Il Decreto introduce anche la tutela legale per medici e infermieri che provvedono alla somministrazione del vaccino contro il coronavirus.

Si tratta di una misura richiesta da medici e infermieri dopo che è stata avviata un’indagine medica su un omicidio in relazione alla morte di un uomo vaccinato in Sicilia.

Temi di questo post