Suo nipote è in difficoltà economica: anziana vittima di una truffa

La 90enne era stata contattata telefonicamente da uno sconosciuto, il quale rappresentava che il nipote della donna era in difficoltà e che gli occorreva del denaro contante per risolvere l’imprecisata situazione.
di redazione 2
1 mese fa
19 Gennaio 2021

Suo nipote è in difficoltà economica: anziana vittima di una truffa.

Ieri mattina, alle ore 11.20 circa, personale delle Volanti della Questura di Prato veniva inviato in via Roma,

in zona Soccorso, per segnalazione di truffa ai danni di un’anziana italiana.

Sul posto gli Operatori rintracciavano la novantenne vittima della vicenda, la quale riferiva che, poco prima,

era stata contattata telefonicamente da uno sconosciuto, il quale rappresentava che il nipote

della stessa sarebbe stato in difficoltà e che occorreva del denaro contante per risolvere l’imprecisata situazione.

La novantenne acconsentiva alla richiesta, venendo pochi minuti dopo contattata da un uomo, presentatosi presso l’abitazione dell’anziana,

al quale quest’ultima consegnava la somma di 160 euro ed una collanina d’oro, ricevendo in cambio un pacco di ringraziamento,

poi risultato contenere due confezioni di caffè.

Allontanatosi l’uomo, l’anziana contattava telefonicamente la figlia, che le riferiva di come il nipote fosse in realtà in casa,

avvedendosi quindi di essere stata truffata e richiedendo l’intervento della Volante.

La Polizia di Stato sensibilizza come sempre l’utenza a porre particolare attenzione in situazioni similari,

richiamando la campagna informativa “Non siete soli #chiamatecisempre”, promossa dalla Polizia di Stato,

finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare le fasce sociali più esposte al rischio di truffe “a domicilio”,

quali appunto quelle rappresentate dagli anziani, a contattare tempestivamente le utenze di emergenza 112 e 113,

ogni qual volta presso abitazioni si presentano soggetti che per particolare contesto e motivazioni addotte possano dare adito al sospetto di essere truffatori.

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post