Istituzione della Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato

Il 20 febbraio è il giorno in cui a Codogno venne scoperto il "paziente uno" affetto da Covid-19 in Italia.
di redazione 2
1 settimana fa
21 Febbraio 2021

Istituzione della Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato.

“E’ un giorno importante in cui voglio semplicemente dirvi grazie per il lavoro straordinario che avete fatto in questi mesi così difficili.

E rinnovare l’impegno ad investire nel nostro Servizio sanitario nazionale.

Credo che ogni cittadino del Paese abbia capito quanto sia davvero essenziale avere donne e uomini che ogni giorno si fanno carico di difendere la salute delle persone, il diritto alla salute, il senso più alto della nostra Costituzione.

Dobbiamo lavorare uniti per difendere questo patrimonio prezioso di energie, con un pensiero particolare a chi ha pagato il prezzo più alto, a chi ha perso la vita”.

Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza; nel messaggio per la prima Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, che si celebrerà il 20 febbraio di ogni anno.

Promossa dal regista Ferzan Ozpetek e da Mogol, la giornata è stata istitutita con la Legge 13 novembre 2020 “per onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico, sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato nel corso della pandemia da Coronavirus”.

La scelta del 20 febbraio non è casuale. Il 20 febbraio è il giorno in cui a Codogno venne scoperto il “paziente uno”; il 38enne attaccato dal virus SARS-CoV-2, che ora sta bene ed è tornato alla sua vita normale.

(G.U. Serie Generale , n. 294 del 26 novembre 2020)
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. E’ istituita la Giornata nazionale del personale sanitario e
sociosanitario di cui alla legge 11 gennaio 2018, n. 3, nonché del
personale socioassistenziale e del volontariato, di seguito
denominata «Giornata», quale momento per onorarne il lavoro,
l’impegno, la professionalità e il sacrificio nel corso della
pandemia di Coronavirus nell’anno 2020.
2. La Giornata si celebra il 20 febbraio di ogni anno, e’
considerata solennità civile ai sensi dell’articolo 3 della legge 27
maggio 1949, n. 260, e non determina riduzione dell’orario di lavoro
negli uffici pubblici né, qualora cada in giorno feriale,
costituisce giorno di vacanza o comporta riduzione di orario per le
scuole di ogni ordine e grado ai sensi degli articoli 2 e 3 della
legge 5 marzo 1977, n. 54.

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post