Parcheggiatore abusivo arrestato dalla Polizia

di redazione 2
5 giorni fa
14 Gennaio 2021

Parcheggiatore abusivo arrestato dalla Polizia Linea dura contro i parcheggiatori abusiviParcheggiatore abusivo arrestato dalla Polizia. Sabato pomeriggio, gli agenti del Commissariato Centro di Torino hanno arrestato per tentata estorsione un parcheggiatore abusivo.

Una coppia che aveva parcheggiato l’autovettura in Piazza Arbarello aveva chiesto aiuto contattando la Polizia di Stato.

La coppia era prima stata insultata e poi minacciata da un trentanovenne italiano.

Quest’ultimo aveva chiesto alla coppia del denaro per parcheggiare l’auto.

Le vittime si erano allontanate e avevano contattato il 113.

La centrale operativa della Questura di Torino inviava sul posto una volante della Polizia.

Gli agenti si portavano in Piazza Arbarello, luogo della segnalazione della coppia aggradita dal parcheggiatore.

Al loro arrivo, gli agenti hanno rintracciato in zona il parcheggiatore abusivo.

L’uomo, fermato ed identificato risultava avere a carico precedenti polizia.

Gli agenti della Polizia hanno arrestato il parcheggiatore abusivo e sequestrato anche il denaro contante in suo possesso.

Questo fenomeno è diffuso in tutta Italia, ma soprattutto nel nostro Meridione, in particolare in Abruzzo, Campania e Sicilia.

Il lavoro di parcheggiatore, o guardiamacchine abusivo si trasforma in alcuni casi in una forma, più o meno esplicita, di estorsione ai danni del proprietario del veicolo, che non volendo pagare dopo la sosta può subire minacce, intimidazioni, danni o aggressioni.

Questi fatti si leggono spesso nelle cronache dei quotidiani di tutta Italia.

Questa attività illecita, purtroppo è praticata anche in aree dove la sosta dei veicoli non è consentita, contribuendo talvolta a congestionare il traffico; ma anche nelle zone a sosta a pagamento (le cosiddette striscia blue) e questo comporta un ulteriore onere per gli utenti che; oltre a pagare il regolare tagliando, sono anche costretti a riconoscere la mancia al parcheggiatore abusivo.

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post