Migranti e Sea-Watch: la Guardia Costiera sequestra la nave umanitaria per il soccorso in mare

di redazione 2
1 mese fa
23 Marzo 2021

Migranti e Sea-Watch: la Guardia Costiera sequestra la nave umanitaria per il soccorso in mare.

La nave di soccorso tedesca, che ha sbarcato quasi 400 migranti in Sicilia all’inizio di marzo, è stata sequestrata per motivi di sicurezza dalla guardia costiera.

Il Sea-Watch 3, gestita da Sea-Watch, si trova nel porto siciliano di Augusta, dove il 3 marzo ha sbarcato 385 migranti.

È stata ordinata un’ispezione perché la nave avrebbe violato le regole per la sicurezza della navigazione, ed in particolare:

la prevenzione degli incendi a bordo, la protezione dell’ambiente e l’addestramento dell’equipaggio.

A sostenerlo è la Guardia Costiera in un comunicato, la disputa tra le autorità italiane e la Sea-Watch sul soccorso dei migranti va aventi da diversi anni.

In particolare, la Guardia Costiera ha rileva che la nave tedesca può trasportare un massimo di 22 persone; mentre a inizio marzo c’erano 385 migranti a bordo.

“Ci accusano ancora di aver salvato troppe persone”, ha scritto su Twitter l’organizzazione sociale Sea-Watch.

La Guardia Costiera italiana ispeziona regolarmente le navi di organizzazioni umanitarie non governative impegnate nel soccorso dei migranti.

Inoltre, gli attivisti di queste navi di soccorso per i migranti sono accusati di aver cospirato con i trafficanti libici per sbarcare in sicurezza sulle coste europee.

Cosa che negano categoricamente gli attivisti delle organizzazioni umanitarie coinvolte.

Temi di questo post