L’Italia ha superato il picco della terza ondata di epidemia

A sostenerlo è stato il medico Nino Cartabellotta presidente della Fondazione GIMBE
di redazione 2
3 mesi fa
25 Marzo 2021

L’Italia ha superato il picco della terza ondata di epidemia.

Dopo un mese di continua crescita del numero di nuovi casi di coronavirus in Italia, i tassi di positività al covid-19 hanno iniziato a diminuire.

A sostenerlo è stato il medico Nino Cartabellotta presidente della Fondazione GIMBE,

Il picco della terza ondata di epidemia è stato superato, ma ciò non significa che le restrizioni debbano essere immediatamente tolte.

Ed in particolare, debba essere annullata la didattica e la formazione a distanza sia per Scuole che per le Università.

Una proposta quella di ritornare alle lezioni in presenza che era stata paventata da alcuni componenti del Governo.

Ad oggi, nonostante l’Italia ha superato il picco della terza ondata di epidemia, con un lieve decrescita delle positività al covid-19; almeno per un altro mese, continueranno ad essere prese imposte misure restrittive al fine evitare ulteriori contagi.

Ad oggi, 25 marzo, 106.799 sono le persone morte con una diagnosi confermata di polmonite da coronavirus.

Nell’ultimo giorno, questa cifra è aumentata di 460 (come prima ).

Il numero di positivi confermati è aumentato di 23 696 (un giorno prima – di 21 267 ) .

Tenendo conto di coloro che si sono ripresi e sono morti, il numero totale di portatori di coronavirus per l’intero periodo dell’epidemia è 3.464.543; oltre il 5,5% della popolazione del paese.

Temi di questo post