La misteriosa scomparsa della piccola Denise Pipitone potrebbe presto trovare una soluzione.

Uno dei tanti gialli italiani ancora irrisolti potrebbe avere suo lieto fine in Russia.
di redazione 2
1 mese fa
31 Marzo 2021

La misteriosa scomparsa della piccola Denise Pipitone, uno dei gialli italiani ancora irrisolti, potrebbe presto trovare una soluzione.

Denise Pipitone, all’età di quattro anni, è scomparsa il 1 ° settembre 2004 dalla città italiana di Mazara del Vallo in Sicilia, senza lasciare alcuna traccia.

La bambina fu vista per l’ultima volta mentre giocava davanti alla casa di sua nonna. Denise nacque una relazione extraconiugale tra la madre Piera Maggio, e il suo amico di famiglia sposato, Piero Pulizzi.

Quando Denise nacque, tuttavia, la sua paternità venne riconosciuta dal marito legale di Pietra Maggio, Antonio Pipitone, che le diete anche il suo cognome.

Ma dopo la scomparsa della bambina, sotto forti pressioni mediatiche, Antonio Pipitone ha divorziato da Piera Maggio. La donna ha continuato a cercare sua figlia da sola.

Per 16 anni e mezzo, sono stati ricevuti vari segnalazioni che la piccola Denise era stata avvistata in diversi luoghi. In Grecia viene persino eseguita un’analisi del DNA su una bambina, ma non era la ragazza ricercata.

Nell’anno in cui Denise doveva compiere 18 anni, sua madre ha finalmente sposò il padre biologico della ragazza. Oggi Denise dovrebbe avere più di 20 anni e la svolta insolita della sua scomparsa è arrivata dalla Russia.

La segnalazione è stato data da una telespettatrice del programma televisivo italiano “Chi l’ha visto”, in onda su RAI Tre, che si occupata delle persone scomparse.

La spettatrice ha detto di essersi imbattuta nella trasmissione “Lasciali parlare” sul primo canale russo, dove una donna di 20 anni di Mosca di nome Olesya Rostova aveva di essere stata rapita nel 2005 e che è stata portata in un campo rom.

È stata costretta a chiedere l’elemosina e alla fine è stata fermata dalla polizia e poi portata in un orfanotrofio, dove le è stato dato il suo nome attuale.

Ora Olesya sta cercando la sua madre biologica. Tuttavia, ha detto che non parla l’italiano e che non ha ricordi di quella lingua.

Lo spettatore russo, ha subito notato una somiglianza fisica tra la giovane donna di Mosca e la madre di Denise Pipitone e ha segnalato il fatto al programma italiano “Chi l’ha visto”.

Nell’edizione di stasera del programma “Chi l’ha visto“, saranno resi noti gli sviluppi della situazione. La conduttrice dello spettacolo, Federica Sciarelli, avverte che la storia sembra troppo bella per essere vera, ma vale la pena raccontarla.

La madre di Denise Pipitone ha chiesto aiuto al ministero degli Esteri italiano per recarsi in Russia nonostante le restrizioni dovute alla pandemia di coronavirus.

Vuole un test del DNA sulla giovane donna di Mosca e spera che confermi l’ipotesi che questa sia la figlia scomparsa. La misteriosa scomparsa della piccola Denise potrebbe essere risolta grazie ai due programmi televisivi italiano e russo.

Temi di questo post