La bozza del nuovo Decreto Legge per contenere la diffusione del Covid-19: Cosa è possibile fare dal 7 gennaio in poi?

Le nuove norme adottate dal Governo Conte saranno in vigore fino al 15 gennaio.
di redazione 2
2 mesi fa
5 Gennaio 2021

decreto ristori conte nuovo Decreto Legge Covid-19La bozza del nuovo Decreto Legge per contenere la diffusione del Covid-19.

Il provvedimento, contenente le nuove misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, dovrebbe essere un decreto legge ad hoc.

E’ quanto confermerebbe la bozza del provvedimento entrata stasera in Consiglio dei ministri alle 21.00, presieduto dal Premier Giuseppe Conte.  Il Decreto Legge di “transizione” dovrebbe andare in vigore il prossimo 7 gennaio e sarà in vigore al 15 gennaio 2021.

L’ipotesi sembra quella di istituire una zona gialla ‘rafforzata’ nei giorni feriali – con il divieto di spostamento tra le regioni; la conferma della regola che prevede la possibilità di spostarsi verso un’altra abitazione nella regione per massimo due persone; una zona arancione nel fine settimana.

Cosa si potrà fare dal 7 gennaio in poi?

Le informazioni e le anticipazioni in merito si susseguono ormai da alcuni giorni, ma dopo il Consiglio dei Ministri di questa sera, la bozza del decreto legge (e non DPCM, come era stato annunciato) è stata ora diffusa.

Riportiamo di seguito i punti salienti e il PDF dell’intero testo:

Art. 1. Ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del Covid-19

1. Dal 7 al 15 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. E’ comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

2. È consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

3. Nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 7 e il 15 gennaio 2021 sull’intero territorio nazionale si applicano le misure di cui all’articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020, ma sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

4. Nell’intero periodo di cui al comma 1 restano ferme, per quanto non previsto nel presente decreto, le misure adottate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.

Scarica la Bozza del Decreto Legge del 4-Gennaio 2021

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post