Il Governatore della Campania De Luca firma un accordo per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V.

La fornitura delle dosi sarà pagata con fondi regionali e verrà attuata dopo l'Agenzia europea del farmaco (EMA) né approverà l'uso
di redazione 2
1 mese fa
26 Marzo 2021

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca firma un accordo per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V.

Paolo Russo, portavoce del governatore Vincenzo De Luca, fa parlato dei cosiddetti accordi congelati, ovvero che verranno attuati non appena l’Agenzia europea del farmaco (EMA) approverà l’uso del vaccino russo.

“Abbiamo concluso un accordo con il Fondo russo per gli investimenti diretti, ma è ancora congelato. Stiamo aspettando il permesso dell’EMA “; – ha detto il portavoce del Governatore della Campania;

Il Governatore della Campania De Luca ha precisato che la fornitura delle dosi di vaccino sarà pagata con fondi regionali.

De Luca è stato uno dei governatori italiani alla ricerca di ulteriori scorte di vaccini a causa della carenza di dosi per effettuare vaccinazioni di massa in un’area popolosa come la Campania di oltre 5,6 milioni di persone.

Come spiegato in precedenza nella Commissione Europea (CE), le singole regioni o paesi hanno l’opportunità di negoziare la fornitura di quei farmaci che non sono inclusi nel pacchetto europeo comune.

Si sono svolte trattative centralizzate e coordinate con le principali aziende farmaceutiche coinvolte nella produzione di vaccini contro il coronavirus e la CE ha stipulato contratti per tutti i 27 paesi membri.

Inoltre, la Comunità Europea ha avvertito che concludendo i propri contratti con produttori terzi, le stesse parti interessate sono responsabili delle possibili conseguenze.

In precedenza, il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi non ha escluso la possibilità di ordinare il vaccino russo anche se non viene presa una decisione paneuropea su questo tema.

Allo stesso tempo, ha sottolineato l’importanza del coordinamento europeo in materia di vaccinazione e di garantire la campagna per l’immunizzazione della popolazione.

L’efficacia del vaccino russo è al 91,6% ed è stata confermata dalla pubblicazione dei dati sulla principale rivista medica The Lancet.

Sputnik V è costruito sulla piattaforma collaudata e ben studiata di vettori adenovirali umani.

Il farmaco utilizza due diversi vettori per due colpi durante il processo di vaccinazione; che forma un’immunità più forte rispetto ai vaccini che utilizzano lo stesso meccanismo di somministrazione per entrambi i colpi.

Il 4 marzo, l’EMA ha annunciato l’inizio della procedura per l’esame consecutivo del vaccino Sputnik V. In precedenza, i rappresentanti dell’EMA hanno affermato che la registrazione potrebbe essere completata entro la fine di maggio.

La Campania ha firmato un accordo per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V. La scelta del governatore Vincenzo De Luca, fa riferimento ai cosiddetti accordi congelati; ovvero verranno attuati non appena l’Agenzia europea del farmaco (EMA) approverà l’uso di questo farmaco.

“Stiamo aspettando il permesso dell’EMA “, – ha detto il portavoce di De Luca.

Il vaccino Sputnik V è registrato in 55 paesi con una popolazione totale di oltre 1,4 miliardi di persone; inclusi gli stati membri dell’UE di Ungheria e Slovacchia, che hanno approvato unilateralmente il farmaco.

Temi di questo post