Il Giorno del Pesce d’Aprile ai tempi della pandemia: anche Google sospende gli scherzi 

La tradizione di fare scherzetti a parenti, amici e colleghi di lavoro in questo giorno è sopravvissuta fino ad oggi.
di redazione 2
6 mesi fa
1 Aprile 2021

Il Giorno del Pesce d’Aprile ai tempi della pandemia: anche Google sospende gli scherzi

Secondo la tradizione consolidata, oggi, 1 aprile, è il Giorno delle Risate e degli Scherzi. Questo è giorno del pesce d’aprile che viene celebrato non solo in molti paesi europei, ma in tutto il mondo.

Il Giorno del Pesce d’Aprile è conosciuto sin dal XVII secolo: gli inglesi sono considerati i “padri fondatori” di questa tradizione.

330 anni fa, il famoso scrittore e antiquario inglese John Aubrey, che collezionava non solo vecchi oggetti di valore, ma anche tutti i tipi di storie divertenti, voci, pettegolezzi e aneddoti londinesi, menzionò per la prima volta il Pesce d’Aprile.

Qualche anno dopo, una mattina di aprile un gruppo di giovani londinesi ha invitato i cittadini alla Torre perché c’era uno spettacolo interessante e indimenticabile, ovvero la lavanda dei leoni.

Tuttavia, alcuni dubitano che gli inglesi siano stati i primi a “inventare” il pesce d’aprile e dare ai francesi la paternità in questa materia.

La tradizione di fare scherzi a parenti, amici e colleghi di lavoro in questo giorno è sopravvissuta fino ad oggi.

E sebbene quest’anno in molti non in vena di fare battute a causa della pandemia con malati e morti; vale la pena ricordare che è la risata la medicina universale che ci aiuterà a superare questi momenti difficili.

Il Giorno del Pesce d’Aprile ai tempi della pandemia non viene neppure celebrato da Google. Infatti, per il secondo anno consecutivo a causa della pandemia, ha cancellato i suoi famigerati pesci aprile dalle proprie pagine.

Gli scherzi dei pesci d’aprile dell’azienda americana sono stati tradizionalmente altamente sofisticati ed elaborati; con alcuni persino oggetto di leggende tecniche, tra cui una finta colonia umana su Marte; una variazione sulla caccia al tesoro di Google Maps o Google Traduttore per gli animali.

Anche l’annuncio di Gmail è avvenuto per la prima volta il primo di aprile, anche se non per scherzo.

Ma all’inizio del 2020, con l’ondata di misure restrittive contro covid-19 che attraversava il mondo, Google decise di abbandonare questi scherzi e quest’anno ha preso la stessa decisione.

Marvin Chow, vicepresidente del marketing globale di Google, ha scritto in un’e-mail all’inizio di questo mese:

“Con gran parte del mondo che deve ancora affrontare sfide serie, riteniamo che quest’anno dovremmo mettere di nuovo in sospeso la barzelletta dei pesci d’aprile. Come lo scorso anno, dobbiamo continuare a trovare modi adeguati per portare gioia ai nostri utenti durante tutto l’anno”

Temi di questo post