Il Canale di Suez è completamente sbloccato dalla nave portacontainer Ever Given che si era arenata

Ad annunciare la fine della crisi del trasporto marittimo è stato presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi
di redazione 2
1 mese fa
29 Marzo 2021

Il Canale di Suez è completamente sbloccato dalla nave portacontainer Ever Given che si era arenata.

Il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi ha affermato che il Canale di Suez è stato sbloccato dopo che la nave portacontainer Ever Given si era arenata.

“Gli egiziani sono ora riusciti a porre fine alla crisi sulla nave arenata nel Canale di Suez, nonostante le colossali difficoltà tecniche in vari aspetti dell’operazione”, ha detto il presidente il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi

Come riportato, non è ancora chiaro quanto presto verrà ripristinato il passaggio delle tante navi in attesa lungo il Canale.

Attualmente ci sono oltre 450 navi in coda. In precedenza, i soccorritori sono riusciti a liberare la nave dopo aver estratto 27mila metri cubi di sabbia.

Il giorno prima, è stato riferito che il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi aveva incaricato di preparare l’alleggerimento del carico della nave Ever Given con lo scarico dei container.

In precedenza, i media hanno calcolato che a causa del blocco del Canale di Suez, il prezzo del trasporto marittimo era aumentato.

Si è anche saputo che a causa della congestione del canale, le petroliere con petrolio del valore di 400 milioni di dollari sono state ritardate.

La nave Ever Given bloccata nel Canale di Suez è stata rimossa dalle secche dopo che il 23 marzo; la portacontainer si era arenata nella parte meridionale del Canale di Suez, bloccando completamente il movimento delle navi in ??entrambe le direzioni.

Nella notte del 28 marzo, è stato fatto un tentativo di far arenare la nave durante l’alta marea, ma non è riuscito. Un ingorgo di navi da carico in attesa in fila per entrare nel canale è visibile a 65 km dall’ingresso sud.

Sbloccato il Canale di Suez. La più importante rotta marittima tra il Mar Rosso e il Mediterraneo che per diversi giorni è stata completamente bloccata dalla nave portacontainer “Ever given” battente bandiera di Panama.

La nave era rimasta bloccata a 6 chilometri dalla città di Suez e si è fermata dall’altra parte del canale, bloccando l’intero traffico marittimo.

Parecchie navi si sono ammassate in coda per il passaggio. Non si è ancora capito il motivo per cui la nave si sia improvvisamente messa di traverso sul corso d’acqua bloccando l’intero canale; ci sono prove che l’impianto elettrico ha smesso di funzionare e la nave ha perso il controllo.

Diversi rimorchiatori per giorni hanno tentato di far virare la nave nella direzione desiderata per sbloccare il canale.

Petroliere e altre navi sono allineate all’ingresso del canale e aspettano che la situazione venga risolta.

Circa 321 navi si sono messe in fila per passare attraverso il Canale di Suez, ha detto oggi l’ammiraglio Osama Rabia, capo dell’amministrazione delle rotte commerciali .

In precedenza, le autorità egiziane hanno iniziato a rimuovere la sabbia da sotto la parte anteriore della nave di 400 metri che ha bloccato il movimento.

Per rimuovere una nave portacontainer dalle secche, è stato necessario rimuovere un volume maggiore di sabbia – fino a 200 mila metri cubi metri.

Gli escavatori hanno rimosso l’87% della sabbia. La situazione ha portato al fatto che il prezzo del trasporto marittimo è aumentato più volte.

Il 23 marzo, a causa di una forte tempesta di sabbia, una delle navi portacontainer più grandi del mondo, Ever Given, si è incagliata e girata, a seguito della quale ha appoggiato la prua da un lato e la poppa dall’altro.

Di conseguenza, la nave ha completamente bloccato l’accesso al canale. Ora le navi possono muoversi solo lungo il vecchio canale.

Il Canale di Suez trasporta il 12% del traffico merci mondiale. Questo è uno dei corsi d’acqua più trafficati attraverso i quali le petroliere trasportano petrolio.

L’8% delle navi che trasportano gas liquefatto lo attraversa. In totale, 19mila navi all’anno seguono il canale, ovvero più di 50 al giorno.

Temi di questo post