I sondaggi sui partiti politici italiani con l’avvento del Governo Draghi: il centrodestra è in calo di consensi

Cresce l'asse PD, M5S con i partiti minori del centro e della sinistra radicale che si attestano al 48,6% contro 47,7 della Lega, FdI e FI.
di redazione 2
1 mese fa
26 Marzo 2021

I sondaggi sui partiti politici italiani con l’avvento del Governo Draghi: il centrodestra è in calo di consensi.

L’elezione di Enrico Letta a segretario nazionale del Partito Democratico ha fermato il calo di fiducia degli elettori nei confronti del principale partito del centrosinistra italiano. Un calo dovuto alle dimissioni, da segretario nazionale del PD, di Nicola Zingaretti Governatore della Regione Lazio.

Una serie di sondaggi di opinione, condotta dagli istituti di demoscopia Demopolis, EMG, Euromedia, SWG e Tecnè dall’11 al 24 marzo, ha rilevato:

che il livello di potenziale sostegno da parte degli elettori italiani è per la “Lega” di Matteo Salvini, che continua a guidare questo indicatore tra le forze politiche del paese al 23%, ma nel giro di due settimane il consenso è diminuito dello 0,3%.

Allo stesso tempo, il Partito Democratico, che è al secondo posto nella classifica elettorale, ha perso l’1,5% dei suoi sostenitori all’inizio del mese, è riuscito a recuperare lo 0,4%.

Se le elezioni si terrebbero adesso, il 18% dei cittadini italiani è pronto a votare per i Democratici. Il nuovo leader dei Democratici, Enrico Letta, propone di creare una coalizione con la partecipazione del “Movimento 5 Stelle”.

I grillini, con il paventato ingresso nel movimento del premier uscente, Giuseppe Conte, hanno recuperato lo 0,7% arrivando al 16,9% dei conensi.

I Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, unico partito in opposizione in parlamento al governo presieduto da Mario Draghi, resta stabile al 16,9% e viene raggiunto dal M5S.

Il sostegno elettorale all’altro partito di centrodestra, Forza Italia di Silvio Berlusconi, è sceso al 7,8%; in calo dello 0,4% rispetto ai sondaggi della prima metà di marzo.

I centristi di “Azione”, il partito di Carlo Calenda, si mantengono al 3,3%, ma hanno subito una perdita del 0,4% dei conensi degli italiani.

Al contrario, il partito di Matteo Renzi, “l’Italia Viva”, che aveva perso l’1% dei votanti secondo i risultati dei sondaggi condotti all’inizio del mese, hanno recuperato il 0,7% e ora possono contare sui voti del 3,1% degli italiani.

Le valutazioni della sinistra, rappresentata in parlamento della Sinistra italiana e del Movimento Democratico e Progressista Art.1, sono rispettivamente del 2,2% e del 2%.

I radicali del partito + Europa, a seguito di dissidi interni che hanno portato alle dimissioni del suo segretario Benedetto Della Vedova, hanno perso il proprio elettorato dello 0,6%, riducendolo all’1,6%. L’1,5% degli elettori (meno lo 0,1%) è pronto a votare per i “verdi”.

Tirando le somme in merito agli ultimi sondaggi sui partiti politici italiani e opportuno fare alcune osservazioni:

le forze politiche parlamentati che sostengono l’attuale Governo di “unità nazionale”, retto dal Premier Mario Draghi, si attestano al 76,9 dei consensi.

i partiti del centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) si attestano al 47,7% dei consensi degli italiani.

l’asse politica “giallo-rossa” (Partito Democratico e Movimento 5 Stelle) si attesta al 34,9%. A questi dobbiamo aggiungere: i centristi (Azione e Italia Viva) con il 6,4% dei conensi; i partiti della sinistra radicale (Sinistra Italia, Art.1 – MDP; + Europa e Verdi) con il 7,3%.

In conclusione, secondo gli ultimi sondaggi, l’asse di centro-sinistra allargato al Movimento 5 Stelle, in totale, si attesta al 48,6% contro il 47,7% del centrodestra.

Temi di questo post