I migliori vini prodotti in Italia grazie agli 800 e più vitigni autoctoni

Un vero tesoro culturale ed economico per le 20 regioni del belpaese
di redazione 2
6 mesi fa
28 Marzo 2021

I migliori vini prodotti in Italia grazie agli 800 e più vitigni autoctoni.

Più di 800 vitigni autoctoni sono coltivati ??in Italia in 20 regioni vinicole. Questo è un vero tesoro culturale ed economico per il paese.

La mappa delle regioni vinicole italiane corrisponde alla divisione geografica e storica dell’Italia in regioni.

Il cuore e l’anima dell’Italia si trova nella parte centrale della penisola. Qui si trovano Roma, Firenze e la regione del Chianti.

L’Italia centrale è la famosa Toscana, Umbria e Marche. L’Italia centrale è famosa per i suoi vini Sangiovese. A sud di Rimini si coltiva l’uva Verdicchio, da cui si producono i migliori vini bianchi di questo marchio.

Una varietà questa che ha sostanze antiossidanti nella sua composizione, il che significa che i vini Verdicchio possono conservare il sapore per più di 80 anni.

Questa qualità colloca i vini Verdicchio nella massima classe qualitativa. I vini rossi marchigiani includono il famoso Rosso Conero, a base di Montepulciano e Rosso Piceno, che è un blend di Sangiovese e Montepulciano.

Le regioni migliori per la coltivazione del Montepulciano sono nelle colline d’Abruzzo, dove si produce il Montepulciano d’Abruzzo vicino al comune di Teramo.

Il Lazio è una regione del vino bianco nota per i suoi vini Marino e Frescati della regione dei Castelli Romani. A nord di Roma, sulla costa toscana, si trova la regione di Bolgheri, una delle migliori regioni vinicole della Toscana; il luogo in cui viene creato il Morellino di Scanzano, il miglior vino nella classificazione DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).

La Toscana è diventata una regione di grandi investimenti nel vino. I proprietari dei vigneti in questa regione sono famose famiglie fiorentine, le famiglie Antinori e Frescobaldi, Barbies e Biondi-Santi (questi ultimi sono noti principalmente per il leggendario vino Brunello di Montalcino).

L’Italia è famosa per la produzione di vino più diversificata al mondo. Questo è il risultato della diversità climatica delle singole regioni e delle numerose varietà di uva.

Grazie ad una svolta i vignaioli toscani che si ribellarono agli obsoleti parametri di controllo restrittivi della produzione di vino DOC / DOCG e ricevettero la famosa selezione dei cosiddetti vini Super Tuscan.

Furono questi vini a dare la direzione ai cambiamenti qualitativi in ??tutta Italia, che oggi vanta la produzione di varietà eccellenti in ogni regione, dall’Alto Adige alla Sicilia.

L’Italia è in prima linea tra i produttori di vino del mondo. Ci sono molti portali professionali che pubblicano valutazioni del vino.

Ecco alcuni dei migliori  vini prodotti in Italia e selezionati sui siti specializzati in enologia.

Vini bianchi:

Livio Felluja “Terre Alte” 2016 Friuli

Schiopetto Friulano 2017 Friuli,

Pietracupa Greco di Tufo 2017 Campania,

San Salvatore “Rian di Stio” 2017 Campania,

Marisa Cuomo “Fiorduva” 2017 Campania,

Tenuta del Terre Nere “Etna Bianco” Spirito “2017 Sicilia,

Cantine Lunae Bosoni Vermentino” Etichetta Nera “2017 Liguria,

Andrea Felici Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva” Il Cantico della Figura “2015

Vini rossi:

Nanni Copé Sabbie di Sopra il Bosco 2016 Campania,

Feudi di San Gregorio Taurasi Riserva “Piano di Montevergine” 2013 Campania,

Pietradolce Etna Rosso “Contrada Santo Spirito” 2016 Sicilia,

Le Casematte Faro 2016 “Vietti Barolo” 2014 Piemonte ,

M. Marengo Barolo “Brunate” 2014 Piemonte,

Paolo Manzone Barolo Riserva 2012 Piemonte,

Pio Cesare Barbaresco “Il Bricco” 2014 Piemonte,

Monsanto Chianti Classico Riserva “Il Poggio” 2013 Toscana,

Poggio di Sotto Brunello di Montalcino 2013, Il Maronetto Brunello di Montalcino 2013 Toscana,

Canaliccio di Sopra Brunello di Montalcino 2013 Toscana,

Ca’La Bionda Amarone della Valpolicella Classico 2013 Veneto.

Temi di questo post