Droga e pasticche per i party privati in tempo di restrizioni anti-Covid

A Milano la Polizia di Stato arresta due persone e sequestra 1,5 Kg di sostanze stupefacenti
di redazione 2
6 giorni fa
13 Gennaio 2021

Droga e pasticche per i party privati Droga e pasticche per i party privati in tempo di restrizioni anti-Covid. La Polizia di Stato di Milano, nell’ambito delle attività finalizzate alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti negli ambienti del divertimento milanese; lunedì 11 gennaio ha arrestato due cittadini italiani.

Gli agenti della Squadra Mobile di Milano hanno intensificato le attività investigative finalizzate a contrastare il fenomeno dell’uso degli stupefacenti nei party privati; svolti in questo momento di chiusura dei locali notturni per le restrizioni dovute all’epidemia in corso.

Gli agenti della Sezione Antidroga, nel corso delle indagini, sono risaliti a un 45enne italiano, F.V.  con dimora a Senago (MI), che

a bordo della propria vettura, spacciava sostanze stupefacenti tipicamente utilizzate nei party, come cocaina, MDMA, ecstasy e ketamina.

Dopo una serie di serrati e continui servizi di osservazione, i poliziotti hanno intercettato l’Audi A3 nei pressi di Via Gramsci a Senago e hanno controllato l’uomo; di professione cameriere di ristorante, che, dai controlli in banca dati è risultato avere precedenti per droga.

Nonostante non avesse stupefacenti con sé, il 45enne ha da subito manifestato una insolita agitazione; ragion per cui la perquisizione è stata estesa alla sua abitazione; lì i poliziotti della Squadra Mobile milanese hanno rinvenuto e sequestrato 2mila euro in contanti.

Trovate numerose confezioni di sostanza stupefacente di vario tipo, tipicamente utilizzate negli serate e feste private: 15 grammi di cocaina; 30 grammi di ketamina; 10 grammi di MDMA – ecstasy, alcuni in cristalli ed altri in pasticche, e 50 grammi di marijuana.

La perquisizione è stata estesa poi a un box che, in alcuni servizi di osservazione dei giorni passati, i poliziotti avevano visto nella disponibilità del cameriere. All’interno del box, del quale lo spacciatore aveva le chiavi di accesso; è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente della medesima tipologia: circa 1 chilo di marijuana; alcune dosi di cocaina e diverse dosi di MDMA – Ecstasy.

All’interno dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato anche un telecomando di cancelli automatici che, tuttavia, non apriva quello dello stabile dell’uomo sottoposto a controllo.

Gli agenti della Squadra Mobile, solo dopo serrate ricerche presso gli stabili della zona, nella vicina via Volta hanno individuato un cancello che si apriva proprio con quel telecomando e che dava accesso all’abitazione di un 39enne italiano, M.E.L. 39enne, anche lui con precedenti specifici per droga.

In quest’ultima abitazione, sottoposta a perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto circa mille euro in contanti e altra sostanza stupefacente analoga a quella precedentemente sequestrata: quasi 200 grammi di cocaina; 100 grammi di hashish; 4 grammi di ketamina, e alcune dosi di marijuana.

Inoltre, è stato rinvenuto materiale da confezionamento e fogli manoscritti con conteggi di cessioni di stupefacente.

I due italiani sono stati, dunque, tratti in arresto ed associati al Carcere di San Vittore. Sono in corso indagini della Squadra Mobile per individuare i party abusivi a cui avevano partecipato a Milano.

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post