Trascinarono una donna per i capelli, colpendola con calci e lanciandole contro cocci di marmo

Dopo una lite condominiale le due sono state denunciate per lesioni personale aggravate
di redazione 2
1 mese fa
20 Gennaio 2021

Trascinarono una donna per i capelli, colpendola con calci e lanciandole contro cocci di marmo.

Nel mese di marzo scorso, agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Noto (Siracusa),

intervenivano in un’abitazione per la segnalazione di una lite. Gli Agenti accertavano che durante un alterco con una  donna,

avvenuto per futili motivi, altre due donne, odierne indagate, trascinavano la vittima lungo il pianerottolo, afferrandola per i capelli,

colpendola con calci e lanciandole contro cocci di marmo tanto da cagionarle un trauma cranico ed una contusione

e distorsione alla caviglia destra, lesioni con prognosi di 28 giorni.

Le informazioni acquisite in tale contesto dalla Polizia di Stato di Noto,

consentivano, nella giornata di ieri, di notificare alle stesse l’avviso di conclusioni delle indagini preliminari

e di denunciarle per il reato di lesioni personali aggravate.

donna per i capelli, colpendola con calci.

Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni.

L’art. 52 c.p., disciplinando la causa oggettiva di esclusione del reato individua due elementi:

da un lato l’esistenza di un’aggressione ingiusta e dall’altro quella di una reazione proporzionata; assolutamente necessaria per salvare il diritto minacciato.

Clicca qui tutte le altre notizie di OndaSana.it. – Segui gli aggiornamenti “social” cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook di OndaSana.

Temi di questo post